05 set 2005

Tutt'a un tratto...il libro di Sergio!



Parliamo di fumetto. Anzi...di Fumetto. Credo sia già abbastanza difficile scrivere dei buoni fumetti. Forse è ancora più difficle scrivere dei buoni saggi sul fumetto. Si rischia nel primo e nel secondo caso di cadere nel già visto, nella sterile ripetizione, in analisi qualunquiste o estremamente personali che in nessun caso aggiungono qualcosa al già detto o al già fatto. Beh, Sergio c'è riuscito. A fare entrambe le cose intendo. Fa buoni fumetti (e le cover della serie Avatar di cui vi parlerò parlano da sole...) ma è riuscito a scrivere anche un buon saggio sul fumetto. Anzi. Un saggio sull'evoluzione del tratto nel fumetto. Un excursus dalle origini che non incensa i grandi maestri e dice quanto sono bravi. Anzi, spesso lascia spazio ad autori diciamo secondari, che hanno fatto proprio un segno, un'evoluzione del tratto fumettistico e che, magari, solo altri ben più famosi hanno portato a compimento e fatto diventare uno standard. Una lettura molto piacevole anche per chi non è appassionato, ma solo curioso. Si legge bene, è divertente, e vi rinfresca le idee su cosa sia il fumetto.
Da leggere a tutte le ore del giorno, non ha controindicazioni. Ah! Segnalato nella shortlist del Premio Fossati. Mica cotiche!

Nessun commento: