19 apr 2006

Le sette piaghe della Salerno-Reggio!

Come in un videogioco, ma nella più cruda realtà. Provate insieme ad Attilio e Manlio, i nostri giovani protagonisti, i mille pericoli della strada dove sai quando parti...ma non sai quando arrivi: la Salerno-Reggio Calabria!
La Fila! Dopo solo 5 ore di attesa per prendere il traghetto che li porterà in Italia...riusciranno a essere mentalmente pronti ad affrontare i mille pericoli che li attendono?!
La Pioggia! Sotto un cielo dal colore apocalittico (dal rosso carminio al blu tenebra), con la pioggia battente che sferza il tuo tergicristalli ormai troppo stanco per buttare via la pioggia che non sembra fermarsi...riusciranno a superare i mille percorsi ad ostacoli di una strada che ogni 10 Km cambia corsia?!
La Nebbia! Superato il diluvio montano, con scrosci d'acqua che allagavano improvvisamente la strada e azzeravano la visibilità, riusciranno i nostri due a procedere nelle strette e accidentate strade con una visibilità non superiore ai 20 metri, mentre camion invisibili si paravano davanti i loro occhi..per essere inghiottiti in gallerie invase dalla nebbia?!
La Gincana! Sotto la pioggia e la nebbia, tra i repentini cambi o restringimenti di corsia, i birilli che improvvisamente appaiono dal nulla, le fioche luci degli autogrill che sembrano fantasmi nella nebbia, e i camion che ti impediscono la visuale...chi potrà mai salvarsi dalle tortuose corsie della Salerno-Reggio Calabria?!

Fine primo tempo: pausa all'autogrill. Una giovinetta dallo sguardo conturbante ed il sedere prospiciente li adocchia, facendoli sentire per un attimo liberi da qualunque sofferenza. Ma loro ancora non sanno che è solo una bieca trappola per far perdere loro la concentrazione...e lasciarli inermi di fronte alle restanti piaghe della Salerno-Reggio!

I Cellulari Scarichi! Quando cerchi un aiuto, un conforto, nella tecnologia scopri che tutte le tue attrezzature di bordo sono scariche! Nessun messaggio, nessuna telefonata. Soli, in una folle corsa contro il tempo...nei recessi dell'Italia le cui strade non sono altro che rifinite mulattiere!
La Radio! Là, nei tortuosi recessi delle terre dimenticate dal governo, non c'è una stazione-una la cui sintonia duri più di 20 minuti! Tra cime isolate dai ripetitori e gallerie che fanno perdere il segnale...come potranno resistere al silenzio disarmante della strada che non perdona, con solo le loro voci a far loro compagnia?!
La Ruota a Terra! Dopo aver superato, fortunosamente e coraggiosamente, le mille asperità della strada del non ritorno...riusciranno a cambiare la ruota, alle 2:30 del mattino, al buio delle autostrade italiane, solo con la luce dei loro accendini, prima che un camionista ubriaco li metta sotto le sue enormi ruote?!

Ed infine eccoli li: sul raccordo anulare, alle prime luci dell'alba, in vista dei luoghi familiari che ormai chiamano "casa". Provati nello sguardo e nel fisico, si lasciano andare a qualche breve commento sulla notte trascorsa. Giurando che la prossima che faranno la Strada Maledetta sarà solo quando sarà terminata! Che sia tra due, quattro o quarant'anni. Quella strada non avrà più le loro anime...

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Ed io che speravo che il viaggio verso Roma fosse andato bene...

UNA CATASTROFE!!

emo ha detto...

solidarietà massima! :-)