9 nov 2006

Lucca sempre più LuccaComics!

LuccaComics e la città: adoro questa immagine di Gipi. Ci avevano fatto pure le magliette, ma quel cotoncino bianco che sembrava doversi strappare al primo lavaggio, non mi ha convinto. Tutto il resto però si. Quest'anno è stata forse la più bella, e interessante professionalmente, Lucca degli ultimi anni. Il freddo e il mal di schiena, che con l'umidità è tornato a tormentarmi, non hanno impedito di entusiasmarmi di questa nuova location in mezzo alla città, con i padiglioni sparsi per le piazze, lungo le strade, come la ben più famosa sorella d'oltralpe Angouleme. Un atmosfera non di emarginazione da riserva indiana, ma di partecipazione viva e attiva con la città. Negozianti tutti cordiali e disponibili...e questo bisogna sottolinearlo. Perchè avere a che fare per 5 giorni con tutti questi "artisti", dalle tante fissazioni, non deve essere facile. Speriamo di ritornare in città anche l'anno prossimo.

LuccaComics e i colleghi
: in questa lunga ed estenuante maratona ho conosciuto un sacco di amici blogger, con i quali ci siamo presi subito in simpatia. Persone davvero splendide, così come le avevo immaginate: Fabrizio Lo Bianco, Bruno Enna, Bruno Olivieri, Remo Fuiano...e tanti altri che sicuramente dimentico. Oltre che Sergio Badino, autore del libro su Carlo Chendi per la Tunuè, che mi ha rimproverato perchè non ho ancora comprato gli ultimi due album di Eric Clapton. Ho rivisto colleghi ai quali ho sempre dovuto molto...quali Andrea Plazzi, e altri che avevo solo sentito nominare, come la mitica Luana Vergari, autrice dei testi di un volume (andato benissimo!) sempre per Tunuè: BookCrossing. Ho rincontrato uno dei miti personali, Mastro Pagliaro, e visto in faccia la mitica Ausonia, "autrice" di uno splendido Pinocchio per Pavesio (andato sold out!). Ho rivisto quella sagoma di Francesco Ripoli, e ho visto la processione di autori ed editori che andavano a complimentarsi per le splendide tavole di una storia che ancora non ha pubblicato. In generale scambiarsi chiacchere, opinioni, frecciatine e pettegolezzi mi mancava molto. Quasi quanto conoscere persone nuove, da cui trarre nuovi stimoli e nuovi entusiasmi. E' una delle cose che più mi mancano stando a Roma, dove i colleghi "fumettari" che frequento sono molto pochi. In Sicilia avevo la posse del GruppoTrinacria a cui fare riferimento (posse che ha spopolato: cominciano a conoscerci e odiarci tutti ;-). Ma in questi cinque lunghi giorni ho fatto il pieno e posso continuare a scrivere soddisfatto e soprattutto entusiasta, pieno di nuovi stimoli e idee. Grazie a tutti...anche a quelli che seguono questo blog senza scriverci.

LuccaComics e i fumetti: tantissime le novità editoriali, e tutte vendute con cifre da capogiro. Numeri che, credo, non si facessero da molti anni. GiPi con il suo Storia di S ha fatto soldout con circa 600 copie. E nella sua grandezza riusciva a fare a tutti un disegno sempre diverso. 600 disegni diversi quindi! Poi Claudio e Giovanni con il loro Brancaccio, che hanno lasciato sui banchi solo una manciata di copie: credo senza smentite uno dei volumi attorno cui si è parlato di più. Claudio ha disegnato per 5 giorni e tutti facevano la fila per comprare questo bellissimo volume. Io ero emozionato quasi quanto lui quando lo vedevo stringere la mano a quelli che avevano comprato il volume: Gabriele Dell'Otto, Andrea Plazzi, Matteo Casali, e tanti altri colleghi, oltre quelli che si andavano a congratulare con lui dopo averlo letto. Grande Claudio!
Anche SolMirror 1 è andato più che bene: quasi 200 copie. vedevo il petto di Stefano gonfiarsi d'orgoglio. Anche Avalonia Special 3 e Mono, che mi riguardavano da vicino, hanno fatto la loro porca figura. E di questo sono contento.
Ovviamente, preso dagli entusiasmi, anche io ho comprato di tutto: la ristampa in un unico volume di Altai&Johnson di Sclavi e Cavazzano; Cuba 1957 di Stefano Casini; Weimar di DalPrà e Torti; Devil&Capitan America di Faraci e Villa; Ford Ravenstock di Susanna Raule e Armando Rossi; Red Hand 2 di Busiek & Alberti; e tanto altro di cui vi parlerò nei prossimi post. Come un pirla invece mi sono fatto sfuggire proprio S di Gipi. Ma io so aspettare. Tanto ho di che leggere. Alla prossima fiera sarà mio, con disegnino annesso. E poi, anche se non c'entra niente, ho comprato una bellissima maglietta dell'Omino Bufo di Castelli. La mostravo con orgoglio, e devo dire che mi ha anche portato fortuna ;-)

Lucca Comics e gli incontri di lavoro: proficua come forse nessun altra Lucca. Inutile parlarne ora, perchè alcune cose sono da verificare. Ma in questi pochi giorni dalla fine della fiera è già arrivata una prima (per me importantissima!) conferma. Per l'annuncio ufficiale dovrete attendere ancora un pochino. Per il resto sarò chino sulla tastiera almeno fino a Natale per concretizzare tutti i progetti, le occasioni e le idee che ho raccolto in questi cinque giorni di fiera. Appena qualcosa si sblocca sarete i primi a saperlo, come sempre. Ero stato per troppo tempo lontano dai fumetti. Voglio ritornare a produrre qualcosa. E da questa Lucca sono venute fuori parecchie occasioni che, se si concretizzano, mi regaleranno parecchie soddisfazioni. E' vero...è più difficile vivere di fumetti che di animazione. Ma l'orgoglio e la soddisfazione che ti da una pubblicazione, è molto diversa da quella di una firma su un file....anche se poi la tua firma passerà in televisione. Non me ne voglia il mio regista ;-)

Grazie a tutti. Di nuovo. E' stata una LuccaComics magnifica. All'anno prossimo!

15 commenti:

emo ha detto...

Noto con piacere che la Lucca di quest'anno resterà indelebilmente impressa nella memoria di tutti.
E' una cosa bellissima!
Lieto di averti conosciuto, Manlio.

il matta ha detto...

Idem, anche se ci siamo beccati per poco. Alla prossima fiera!

Anonimo ha detto...

Ribadisco i concetti del buon Emiliano da Sassari. E' stato davvero un piacere. E se capiti a Milano (oddìo, non so se augurartelo!), fammelo sapere :-)

Fabio ha detto...

Bravo! Sei sempre tenace questo ti premia!

In bocca al lupu (ululà) per tutti i tuoi proggétti.

Fabbbbio

remo ha detto...

Manlio, mi ha fatto davvero molto piacere conoscerti.
Ciao, a presto!
r--

il matta ha detto...

Grazie a tutti...davvero. Questa Lucca è stata splendida! Quando passo da Milano ti romperò, Fabrizio, stanne certo ;-)

Alina Chau ha detto...

beautiful!

Cinicus ha detto...

Manlio, sbaglio o stiamo tornando a casa tutti con qualche risultato?! Credo che essere membri del Gruppo Trinacria ormai stia diventando un'ottima referenza :-)

ausonia ha detto...

sono un maschietto!!!!!
:D

il matta ha detto...

@ausonia: lo so. infatti "Autrice" era tra virgole per salvaguardare il tuo avatar! Complimenti ancora per Pinocchio!

ausonia ha detto...

ah!ah!ah!ah!!! grazie "matta"!!!! :D

bruno enna ha detto...

Anche a me a fatto un immenso piacere conoscerti. Ancora non sono riuscito a leggere i fumetti che ho preso (anche perché... ehm... molti si trovano ancora nella macchina di Emiliano). Ho comunque dato un'occhiata ammirata ad Avalonia (che leggerò con calma, nei prossimi giorni), mentre ho letto Brancaccio e devo dire che è un Fumetto (notare la F maiuscola) straordinario. L'ho già scritto ai due autori, ma voglio dirlo un po' a tutti e ne approfitto adesso: dovete comprarlo, leggerlo e poi rileggerlo!

Ci sentiamo più avanti, intanto grazie e in bocca al lupo per tutto!

Bruno

il matta ha detto...

Grazie Bruno di avermi levato dall'impaccio. Volevo fare un post su Brancaccio...ma non sarebbe stato troppo palusibile visto che sono due miei cari amici. Per me è un capolavoro. Mi sono commosso a leggerlo. Compratelo, non ve ne pentirete.

Anonimo ha detto...

ciao caro. ci siamo incrociati a Lucca. Scambiato poche parole, ma sarà per la prossima, no? Complimenti per l'approdo sul BVZM ;)

smoky ciao ciao

il matta ha detto...

ciao Smoky! Guarda che la tua faccia e il tuo taccuino dei pirati non me li dimentico! Alla prossima!