5 dic 2006

La vita gira...


La "capa gira", i maroni girano.
Tutto gira nella vita prima o poi: la fortuna e la sfortuna, l'amore e l'odio, il lavoro, gli amici. In questi giorni di luna piena come sempre il mio io si lascia andare a incontrollate riflessioni pessimistiche.
Sono lunatico, non ci posso fare niente.
Oggi, svegliato ad un ora indecente (talmente indecente che non voglio neanche comunicare....) dallo squillo del citofono e saltato da letto per dare il benvenuto ai tecnici della caldaia (uno di quei mestieri tipo idraulico e compagnia: per guardare e dire che tutto andava bene si sono orgogliosamente appropriati di 75 euro!), ho deciso che avrei ciondolato da Ikea a comprare alcune cose. Quando il mio cervello "stagiona" troppe cose insieme, io non riesco a scrivere: quindi l'unica alternativa per annientare i pensieri è....lo shopping!!! Bello Ikea! Vai per comprare due cazzate, e te ne esci con due borse piene di cose che arrivato a casa ti chiedi: "E adesso che %&$£* me ne faccio?!" Comunque ho comprato alcune cose...tranne quelle che mi servivano! E' possibile che nel 2006 le cornici siano a disposizione di una manciata di misure e da nessuna parte (neanche da LeroyMerlin) esista una misura 50x100?! Bastardi tutti quanti!!! E io come faccio ad incorniciare questo capolavoro di Corto Maltese sopra il mio letto?! E non ditemi di usare un 70x100 che il solo pensiero di vedere quelle due strisce di passepartout sopra e sotto l'immagine offende il mio delicato senso estetico! Mi consolo solo un poco: la misura per il poster della cover 2 di Garrett (Adoro carnevale...) l'ho trovata.

Vabbè...lasciatemi stare. So che la mia acidità di oggi si nasconde sotto uno strato di riflessioni pessimistiche. Qualche giorno fa, un amico e collega si sfogava con me così:
"E' per questo che non vado a Lucca. Metti che incontro uno che mi dice la solita stronzata, "ma dov'è questa crisi?". Perderei il controllo. Non potrei far altro che sputargli in faccia, staccargli le orecchie a morsi, strappargli la lingua con un paio di tenaglie arroventate, sparargli in piena fronte, bruciare il suo corpo e disperdere le sue ceneri dall'alto delle mura. Troppa fatica. Ormai non ho più l'età. Per questo preferisco stare chiuso in casa ed evitare di leggere i blog. Se qualcuno mi dice che vuol fare i fumetti, non cerco nemmeno più di dissuaderlo. Compongo un numero e aspetto che arrivino quei simpatici signori in camice bianco, quelli col furgoncino con la lucetta azzurra sopra, poi ci pensano loro."

Io prima ci ho riso sopra. Poi ho preso la brocca dell'acqua, ho attaccato Paolo Conte, mi sono spaparanzato sulla sedia, piedi sul tavolo e sigaretta appicciata tra le labbra, mentre le ombre della sera calavano su Roma, e ci ho pensato su....parecchio. Voi che ne dite?

PS: niente illazioni sul nome, per favore. Rispettiamo la privacy. Soprattutto la sua.

11 commenti:

Anonimo ha detto...

La crisi esiste, ma spesso si cerca di addossarne le responsabilità agli elementi sbagliati. E' anche vero che si vede comunque qualche segnale di ripresa...
Comunque attento: l'IKEA da' dei gravi problemi di dipendenza!!!

Anonimo ha detto...

Ci penso io a farti passare la crisi. Manca solo un giorno!!!
Domani sarai un altro uomo....matta. Più uomo che matta!(spero!) :-)

mattaciuccia

il matta ha detto...

aiuto! sembra più una minaccia che un augurio ;-) Aspetta che mi vado a rimpinzare di mattavitamine...

Anonimo ha detto...

manlio ma potevi avvisare! anche noi ieri siamo stati da ikea e leroy.. potevamo aitarti a spendere ancora più in stronzate ^____^
Valentina

PS:nuovo ondirizzo log.. questa volta su blogger, così posso lasciare messaggi senza problemi ovunque... uha uh auha

s.tef ha detto...

tranquillo, ci penso io a farti la cornice 50x100 che ormai sono infognato con attrezzi e legni di vari tipi.
A patto però che non citi più nella stessa frase i lemmi "il mio senso estetico" e "delicato"...

p.s. domani si aprono le votazioni per l'assegnazione della menzione speciale "Girello d'Oro"!!!

s.tef ha detto...

Ma dov'è questa crisi?

Anonimo ha detto...

Concordo con Cinicus di stare attento all'Ikea, la tua reazione può essere un principio di shopping compulsivo...ma ti capisco benissimo!!!
Sulla crisi del fumetto non so... la situazione mi sembra comunque la stessa dell'anno scorso. Poi io non ho i dati e non c'entro niente con questo mondo, anche se mi interesserebbe trovare un modo per farlo andare meglio. Per far vivere alla gente dei sogni, realtà immaginarie. Lasciar scorrere il pensiero laterale laddove la razionalità imperversa!
Vabbè almeno stasera viaggiamo un po' con gli arancini...
A frappè,
Roberta

PS mattaciuccia ti avrà tirato su...

Rossana ha detto...

La crisi esiste quando si è in crisi! spesso è un pò più uno stato mentale. c'è crisi di lavoro, c'è crisi nel fumetto! Poi, quando trovi lavoro o pubblichi un fumetto sembra che non ci sia più. Il fatto è che è difficile raggiungere determinati risultati e questa difficoltà è aumentata perchè siamo diventati più esigenti. io per adesso ho crisi in entrambi i casi...bella fortuna! :)

Anonimo ha detto...

Rossana all'inizio mi sembrava stessi citando i Bluvertigo... :-)

Romilar ha detto...

Ikea-dipendente presente!
giusto ieri siamo andati io e la mia signora che tenevo con un guinzaglio invisibile cassandole qualsiasi cosa a prescindere salvo poi accettare in minima parte, altrimenti..
Matta, quando c'è crisi sparati la musica a livelli indecenti e cominciati ad agitare anche sulla sedia, come fossi un paraplegico. Ti accorgerai di agitarti come un paraplegico e allora ti sentirai fortunato di poter camminare con le tue gambe
;)

Anonimo ha detto...

Se può servire ti ho aggiunto tra i miei link.
Eh, un'altra brutta notizia :)