04 giu 2006

Maledetta primavera!

E 100! Cento post in questo blog...e come festeggio?! Con maledizioni e imprecazioni! Vogliamo mettere che sono sceso a Palermo 4 giorni per godermi un pò di sole...e piove da quando sono arrivato?!
Vogliamo mettere che in questi giorni molti dei miei amici fumettari sono partiti per vari lidi di piacere e di lavoro?!
Vogliamo mettere che senza macchina anche uscire a compare le sigarette è deprimente, visto il freddo e la pioggia quasi invernali?!
Vogliamo mettere che volevo finire un soggetto per Martin Mystere ma il mio cervello si rifiuta di mettere nero su bianco quel crogiolo di idee che mi razzolano nel cervello?!
Vogliamo mettere che ho incontrato un'altra Claudia...e anche stavolta me ne andrò dopo un paio di giorni (poi, forse, un giorno vi spiegherò)?!
Vogliamo mettere che ho passato questi giorni su internet, su msn, e a leggere invece di scorazzare per la città sotto il sole?!
Vogliamo mettere che non sono rientrato a casa ogni sera non prima delle tre e mezza/quattro, e il giorno mi sveglio non prima di mezzogiorno?!
Vogliamo mettere che mi girano un poco i maroni?! Ecco. Si. Mettiamola così.

Ho riletto però queste due cose qua: alcuni tra i pochi veri libri a fumetti editi da case editrici non fumettistiche. Due grandi libri a fumetti, se me lo concedete. Il primo è una splendida raccolta di fumetti noir usciti in questi anni, che spaziano dalla Milano Criminale di Cajelli al buon vecchio Battaglia di Recchioni.
Il secondo è romanzo a fumetti originale di Valerio Evangelisti (non tratto cioé da nessun suo libro), con protagonista il solito inquisitore Nicholas Eymerich, personaggio letterario che io adoro e di cui sto leggendo tutti i romanzi. Questo qui, nello specifico, è una sensazionale storia scritta in maniera così appassionante e intensa che ti stupisce sia stata scritta da un romanziere. E quasi non ci fai caso ai disegni, ahimé, abbastanza medriocri di Francesco Mattioli. Niente a che vedere con la potenza di Palumbo, che doveva realizzare anni fa un volume mai uscito. Ma di cui potete vedere qualche immagine d'archivio qui! Consigliatissimi entrambi a chi ha voglia ogni tanto di leggere qualche buon fumetto, non allineato in nessuna serie, genere o altro.
Vado a fare un danza della pioggia per fare smettere di piovere, e per ingraziarmi gli dei, prima che le mie maledizioni mi facciano inimicare dalle Alte Sfere...

5 commenti:

remo ha detto...

Beh, a proposito di festeggiamenti, anche se magari non interessa a nessuno, oggi il mio blog compie un anno di vita telematica :)
Intanto auguri per i tuoi 100 post.
r--

il matta ha detto...

gracias remo! anticipi proprio il tema uno dei prossimi post che ho in mente...

Anonimo ha detto...

Non stare sempre lì a lamentarti, che in fondo abbiamo lo stesso passato alcune belle serate. In quanto a Claudia, sono convinto che la rivedrai molto presto.

iXalvo

Andrea Iovinelli ha detto...

Be', di Eymerich, se proprio non si vogliono leggere i romanzi (bellissimi), allora è meglio comprare la notevole trasposizione a fumetti di Zentner e Sala, edita dalle Edizioni BD. Provare per credere.

il matta ha detto...

@salvo! Ehhhh, lo so! Ma intanto un rigurgito di malumore lo avevo, a Pa. O ti devo ricordare il nostro stato psicologico pomeridiano di quei gg?!