3 set 2008

Indiana Matta e l'isola dei misteri

Indiana Matta all'ingresso del vecchio castello di Favigana, fortilizio abbandonato della Seconda Guerra Mondiale. Qui non lo vedete, ma il Matta, noto fumatore incallito, stava rischiando un infarto per farsi la quasi ora di scarpitata a ripidità folli sulla strada che porta al castello.

Apparecchiature abbandonate e arrugginite della guerra. Semplicemente affascinanti. C'erano vecchie turbine, quadri elettrici e tanta altra roba interessante, oltre ovviamente ad un sacco di cose sfasciate e logorate dalla salsedine e dai venti di Favigana.

Una delle sale del Castello, dove cianfrusaglie, cavi e resti di apparecchiature e mobili giacciono sparse e anche infestate da qualche topo, che ovviamente non soffre di vertigini.

Indiana Matta davanti l'ingresso di una delle profonde e misteriosa cave di tufo che attraversano tutta l'isola di Favignana. Cappello per i pipisterelli, torcia elettrica e, per fortuna, nessuna paura del buio. Il tufo viene scavato a Favignana dai tempi dei romani, e tutta l'isola è un colabrodo, sia in superficie, con cave a vista, che sottoterra.

Un cunicolo crollato dentro una delle cave, ancora vicino l'ingresso, quando gli ultimi raggi solari ancora riescono a fare breccia nell'oscurità. Il fascino di questi tunnel è meraviglioso. Andando in profondità ci sono ancora i resti dei binari sui quali correvano i carrelli per portare il tufo in superficie (avete presente le miniere di Indiana Jones e il Tempio Maledetto?).

Un anomalo cumulo di ceneri vicino uno degli ingressi, con in mezzo piume bruciate e qualche scarafaggio che zampetta contento. Si dice che d'inverno a Favignana, quando l'isola è isolata per il maltempo, non sono infrequenti riti strani e sacrifici animali. Credo proprio che quel cumulo fosse il resto di uno di questi "strani convivi"...

Indiana Matta nella sua modesta dimora, a sera, che si riposa dalle sua fatiche, con il fido panama sempre vicino e i piedi fumanti e stanchi per le scarpinate.

5 commenti:

iXalvo ha detto...

Pam param paaaa, pamparaaaaa
Pam param paaaa, pamparam pam pam....

nerosubianco ha detto...

più che Indiana Matta sembri il Commissario Lo Gatto
: )

Romilar ha detto...

vedo che il panama è molto fashion st'estate!:)

Matta ha detto...

diciamo che è d'obbligo per calarsi nella parte! ;-)

Anonimo ha detto...

Minchia ta futtisti a spisaaaa!
Ci rivediamo presto!
Alla scola!
U Calascibbiatta sempre presente nei tuoi pensieri!
buhahhahahahahahahahahhaha!