08 dic 2007

Perchè certe volte odio la mia città...

A Roma ho vissuto per due anni e mezzo in due quartieri periferici. A Torrino prima, dopo l'EUR, e San Basilio dopo, in fondo alla Nomentana, quasi al GRA. Lì usare la macchina era un optional. La sera, per uscire. Di giorno solo se dovevi fare spostamenti complicati o ai margini della città.
Da quando sono tornato a Palermo, dove il mezzo pubblico è quasi un optional, ho ripreso a usare la macchina. E mi sono fatto delle domande.

- Perchè sforzarsi a cercare posto se ogni stronzo che arriva sbatte la macchina dove gli pare, anche in tripla fila, pur di posteggiare esattamente davanti la sua destinazione?!
- Perchè, se devo andare in qualche ufficio, mi devo preoccupare della questione di cui sopra?! Lascio la macchina in doppia o, preferibilmente, tripla fila e suonasse lo stronzo che deve uscire...
- Perchè non posso approfittare di quegli invitanti Passi Carrabili per posteggiare, visto che nessuno si ci mette?! E fanculo se qualcuno deve entrare o uscire. Aguzzerò l'orecchio per captare il melodioso suono del clacson premuto a oltranza....
- Perchè se siamo tutti in coda come cornuti non posso superarti a destra salendo sul marciapiede pur di conquistare quei tre metri scarsi?!
- Perchè non posso camminare a 30 orari, esattamente al centro dell'unica strada a doppia corsia di Palermo e bloccare tutto il traffico dietro di me?!
- Perchè non dovrei prendermela come un demonio se qualche stronzo mi blocca in doppia fila, visto che al posto suo, invece di invitare alla calma, ti userebbe come crick per l'auto?!
- Perchè non posso prendere la macchina per fare, che so, 500 mt a piedi, e dannarmi a cercare posto rischiando di arrivare in ritardo, se poi posso orgogliosamente dire che prendo la macchina anche per andare al cesso?!
- Perchè quando arrivano le vacanze tutte, e dico: tutte, le principali strade di Palermo si intasano come il GRA all'altezza della Flaminia: ma dove cazzo vanno tutti?! Invece di girare la città in macchina (tanto le tue "passeggiate al centro" si riducono a questo), perché non te ne stai a casa e non ci rompi le palle a noi che vorremmo solo andare a lavorare!
- Perchè non posso mandare a fare in culo tutti gli stronzi incivili che purtroppo circolano a piede libero nella mia città?!

2 commenti:

Fabio ha detto...

Risposta:
andare a piedi.
-ristora l'animo (vai dove vuoi, non devi cecrare parcheggio...)
-ti si rassodano i glutei (e le donne ne andranno pazze)
-ti guardi intorno senza dover occupare metà delle attività cerebrali a non andare contro/farsi tamponare a/da qualcuno)

:)

Fabio

Anonimo ha detto...

La verità è una ed una sola. Palermo ed il suo "homus abitanti" è incivile. Ogni processo di crescita a Palermo è vorticoso, ma per le inciviltà. Ogni forma di zozzeria vista fare ad altri viene immediatamente copiata e duplicata. Diventa così una crescita esponenziale di "homus vastasus vastasus" pustola incotrollata del sapiens. Putroppo la ns. città è afflitta al 99%, e non esistono vaccini di sorta. Hanno provato con antibiotici di diversa natura quali l' Orlandomicillum, ma niente da fare. da 6 anni provanno ad iniettare il Cammaratacil ma invece di curare peggiora la situazione. Rassegnati allora a perpetrare soluzioni fai da te, nella speranza che non ti saltino i nervi e diventi anche tu un "homus vastasus vastasus". by dente avvelenato.