21 set 2007

Più le cose cambiano....


Ci siamo. Abbiamo superato il giro di boa. Il dado è tratto. Le decisioni sono prese. La vita cambia. Abbiamo traslocato con la mente e con il cuore un'altra volta.
Molte delle mie cose sono ancora lì, in via Buazzelli a Roma, ma io sono qui, a Palermo.
E credo che almeno fino alla fine dell'anno ci rimarrò. Poi, all'anno nuovo, un salto per caricare vestigia e vestiti, e da lì non si tornerà più indietro...almeno spero. Perchè un altro trasloco e un altro cambiamento di vita mi attendono nei primi mesi del 2008. Ma sempre a Palermo. Si cambia casa e anche posto di lavoro. Si va a convivere e si apre uno studio con dei colleghi.
Certe volte l'adagio Marvel è più vero di quanto non sembra. Più le cose cambiano, più rimangono le stesse. Back to the basics, era il motto di una generazione di autori che io ho molto amato negli anni 80. E così fu anche per me. Invece di rimanere a Roma, o spostarmi chissà dove in altre città (eventualità ponderata per alcuni mesi), si ritorna a Palermo, con i suoi problemi e le sue cose belle. Lasciata con il cuore, avevo ritrovato la mia mente nella capitale. Poi siccome il cuore ha ragioni che la ragione non ha, a Palermo ci sono ritornato.
Ma non si illudano amici e conoscenti romani con cui ho condiviso bellissime esperienze in questi due anni e mezzo. Presto sarò tra voi. Faccio un salto in capitale agli inizi di ottobre. Roma sarà sempre la mia seconda "casa" e ci tornerò, per lavoro e per piacere, tutte le volte che potrò. Perchè ci sono persone a cui tengo davvero, amici veri con i quali ne abbiamo combinate di tutti i colori. Colleghi e "fratelli maggiori" che non potrò mai ringraziare abbastanza per quello che hanno fatto e continuano a fare per me. Ci si vede presto.
Ad maiora.

11 commenti:

Cirincione ha detto...

Saluti Manlio!!! Palermo è una gran bella città, io la conosco abbastanza visto che essendo per metà siciliano da parte di mamma, c'andavo fino a pochi anni fa a passare le vacanze... Mi mangerei volentieri una bella arancina, un cannolo, una fetta di cassata, una brioche col gelato, un fruttino di martorana, un panino con le panelle, un pezzo di sfincione... beh basta che se no mi vie fame!!!

Fabrizio ha detto...

So bene quanto sono difficili certe scelte. In bocca al lupo!

Anonimo ha detto...

alla fine ti sei scampato dall'invito... :-),
ci vediamo in Trinacria

Paolo

foolys ha detto...

e speriamo che ci si veda di più a palermo che a roma :D

Anonimo ha detto...

Ciao Biondo,
so benissimo il perché di questo post così intenso. So cosa e quanti pensieri hai nell'animo.
Dire così a tutti la tua decisione serve anche a renderlo più vera.

E' buffo come la vita ami ripetersi continuamente in forme apparentemente diverse. Quante volte abbiamo parlato e discusso sulle possibilità e le scelte da fare in questi vent'anni (o più)?

Sei e sempre sarai il mio supereoe preferito. Forse non salvi dolci donzelle in pericolo che cadono da grattacieli in fiamme, ma hai sempre avuto il coraggio di rimetterti in discussione, di reinventarti, di non fare necessariamente la scelta più "facile" o "sicura". Hai sempre avuto il coraggio di rischiare e, anche quando non tutto è andato per il verso giusto, hai avuto la forza e la capacità di pagare di persona, senza farti abbattere.

Sei ad un altra svolta, un'altra decisione importante. Una decisione che significa molto più di un semplice un cambio di città.

Ok, forse non è il caso di farla così seria, tant'è vero che proprio tu mi insegni che è difficle dire cosa sarà per sempre e cosa no. Una cosa è vera: tutto cambia per rimanere uguale e potrebbe farlo più di una volta.
Ma oggi le cose stanno così.

Ero molto contento quando decidesti di trasferirti a Roma e per le cose che andavi concretizzando lì. Oggi non posso che essere egoisticamente contento perché tornando a Palermo sarai di nuovo qui con noi. (Sai bene chi intendo per "noi" e cosa significhi)

Come sempre per quel che posso sono con te.
Ti auguro tutto il meglio e che tu non abbia mai a pentirtene.

Il Bruno.

P.S.: l'adagio sarà anche Marvel, ma se non sbaglio è di un nostro conterraneo, Tomasi di Lampedusa (il Gattopardo). Lo so che lo sapevi già, ma ogni tanto sono antipatico eh eh

Matta ha detto...

Grazie a tutti. Sinceramente.

@cirincione: quando vuoi passa. un'arancina di benvenuto non la si nega a nessuno ;-)

@fabrizio: grazie, perchè so che mi puoi capire.

@paolo: forse facciamo prima che tentare di vederci a Roma...

@foolys: appunto. vedi sopra ;-)

@"bruno": Belle parole, davvero. Non me le aspettavo. grazie.

Cinicus ha detto...

Dai Manlio, che abbiamo tenuto la conca che ti sei creato nel divano intonsa per te...
Un limoncino in frigo lo troverai sempre!

gud ha detto...

Inzomma e' ufficiale? Peccato, proprio ora che stavi prendendo l'accento romano ;-)

Matteo Sani ha detto...

Compagno Matta, Dio bono!
Neanche il tempo di rivederci per abbracciarci con fare patetico e malinconico!
Si dice di un tuo brevissimo ritorno a Roma verso ottobre. Sarò già a Berlino, Dio bono!
Allora, come si fa?
Ho pensato di compesare la nostra mancanza (importante è certo sentirsi ma anche toccarsi!?#!¶!@£!!) con una fitta spedizione di cioccolate e panettoni; così, tanto per rievocare la costante aria di festa che portavi in questa seducente abitazione romana. Mi dispiace sul serio di non poterti riabbracciare.
Insomma, lasciamo stare i discorsi superflui ed inopportuni che, come sai, amo tremendamente, ma mi mancherai!
Ti auguro: soldi, salute, figa, lavoro, alcool, cibo, fumetti, divani, calendari erotici, sigarette, gommoni ma sopratutto buona vita. Devoto, Matteo Sani

p.s. saluta Claudia

Matta ha detto...

Caro Sani, ho saputo dal mio uomo all'Havana (davide ;-) del tuo imminente trasloco furgonato. Anche a me dispiace davvero non poterci salutare. Tempo di cambiamenti per tutti, a quanto pare.
Con te se ne va la quinta colonna di Via Buazzelli, il fluidificatore del nostro stile di vita, l'aggregatore di umori, il risanatore di controversie, il cacio sui maccheroni di quelle 8 mura. Sappi che mi mancherà davvero il pensiero di non poterci beccare quando salirò a Roma. Rimangono in ballo tue future vacanze siciliane, o mie trasferte berlinesi.
Auguro anche a te tutto quanto sopra detto, e anche di più.
ad maiora
il tuo fedele seguace...
Il matta

Anonimo ha detto...

mi associo pur essendo in parte asociale, anzi ultimamente meno socio del solito (noi ci capiamo!)
Mi associo dicevo al commento generalmente positivo del fenomeno Manlio.
Che lui quando arriva in un posto è un po' come un vento che porta fenomeni: mugugni mattutini,
risate serali, pazzie riflessioni, ciabatte tossicodipendenti, vestaglie ...
ragazzi: VESTAGLIE!!!!
La sua ventata è venuta, ha lasciato varie tracce di sè, organiche e non, e pare - lui dice, assicurerebbe, lui - ora se ne rivà.
Da quello che scrivi Manlio, sembri scosso dagli andirivieni. Io purtroppo di andirivieni me ne
intendo un pochino, e quindi mi associo alla scossa, sono scossato anch'io.
E poi se si guardano i commeni, dovresti essere solo che fiero: è un coro che intona delle
appropriate lodi a te. Vuol dire proprio che sei una bella persona.
CIAO MALICICUCCIO TORNA IN VIA BUAZZELLI A TROVARCI